Come Giocare a Buongiorno Signore

Le carte sono una attività ricreativa che viene presa con sin troppa serietà da chi la effettua. In effetti, è bello saper giocare bene a carte e per farlo bisogna saper comprendere ed approntare strategie che consentano di vincere la partite. Ci sono però dei giochi che servono solo a scopo di puro divertimento e possono essere svolti da bambini. Uno di questi e “Buongiorno signore”. Vediamo come si svolge.

Il gioco necessita di un mazzo di carte napoletane, milanesi o piacentine da quaranta esemplari. Si può giocare in quattro o cinque persone, non di più. Il mazziere suddivide le carte in base al numero dei giocatori: se essi sono quattro, deve dare dieci carte a testa, se sono cinque, otto carte a testa.

Ogni giocatore deve disporre il proprio mazzetto di carte, una sull’altra e coperte, sul tavolo. Il gioco si svolge in senso orario. Il giocatore che sta di mano, deve mettere la carta più in alto del proprio mazzetto al centro del tavolo, scoprendola. Da questo momento inizia il gioco e gli altri giocatori, uno dopo l’altro aggiungono carte, una per volta, secondo il giro.

Se la carta scoperta dal giocatore è un dieci, i giocatori debbono dire “Buongiorno signore”, Se è un nove, “Buongiorno signora”, se è un otto debbono fare il saluto militare con la mano sulla fronte. Se sbagliano, debbono prendere tutte le carte. Se invece esce un asso, debbono battere la mano aperta sul mazzo di carte al centro del tavolo. L’ultimo che arriva a metterla, prende il mazzo. Perde chi rimane alla fine con tutte le carte.