Come Placare Sensazione di Fame

Proviamo a individuare le strategie più consoni a placare la sensazione di fame che spesso ci assale, a cui spesso non sappiamo resistere durante lo svolgimento di una dieta dimagrante.

Per intervenire sulla sensazione di fame, anche magari quella di origine “nervosa”, dovremmo innazitutto cercare di programmarla, di prevederla e quindi di pianificarla già nella dieta che andiamo a proporci.

In che modo si dirà? Cercando di immettere nella nostra dieta una buona quantità di cibi, contenenti un apporto elevato di fibre.

In vista di questo, potremmo scegliere tra cereali integrali, mele, pere e fagioli, perché sono davvero una grande fonte di fibre. Non è però così facile come si è portati a credere.

Un apporto massiccio di fibre all’improvviso può comportare alcuni effetti collaterali spiacevoli per il nostro organismo.

Infatti c’è da dire che esse, se assunte in maniera incontrollata, possono comportare delle forme diarroiche con perdite di liquidi e sali minerali, oppure la formazione di gas interni e una esagerata distensione addominale. Il tutto ovviamente causato dalla fermentazione batterica della fibra.

Allora proviamo a programmare in che modo sia possibile evitare queste spiacevoli situazioni. Fissiamoci l’obiettivo di come assumere le fibre, seguendo vie più razionali ed equilibrate.

Ecco le due strade da percorrere. La prima sarebbe quella di fare in modo che l’apporto di fibra venga aumentato gradualmente e sia oltremodo accompagnato da una giusta assunzione di liquidi durante la giornata.

Si tratterebbe cioè, in poche parole, di un adeguamento graduale del nostro intestino a questo improvviso cambiamento. Potremmo anche consumare un elevato contenuto in fibre nella stessa giornata, ma ripartendole in vari momenti, in diversi orari.

L’altra strada invece riguarderebbe l’uso di un integratore alimentare chiamato “bean forte” a base di una proteina concentrata di fagiolo. Esso favorirebbe la digestione e porterebbe ad un più limitato assorbimento di amidi e di zuccheri semplici.
1
Un altro metodo per sentirci abbastanza piene, diciamo pure più gonfie, ingannando lo stimolo della fame, è quello di bere molta acqua durante la dieta.

L’acqua fornisce un servizio importante per il corpo ed è molto necessaria quando si tratta di dare tutti gli elementi nutrienti di cui abbiamo bisogno.
L’acqua aiuta anche a regolare il metabolismo, che è molto importante per la dieta e la perdita di peso. Inoltre non dimentichiamoci che essa aiuta a mantenere l’ elasticità della pelle, in modo che essa può andare più facilmente “ al suo posto”, una volta che la perdita di peso avrà avuto inizio

Un’altra strategia è quella di imparare a controllare anche le porzioni che si mangiano. Viviamo in un mondo in cui le porzioni sono talmente gonfiate che non sappiamo più quale sia la nostra parte adeguata al nostro fisico. Si pensi per un attimo a quando andiamo al ristorante.

Bene, qui i pasti sono spesso più che sufficienti per almeno due pasti completi. Ora imparare a controllarli e a misurarli correttamente, a misura di se stessi, è di capitale importanza. Può salvarci da un carico di apporto calorico nella giornata esageratamente massiccio, senza che ne abbiamo coscienza.

Quando avvertiamo lo stimolo della fame, possiamo anche far ricorso e aiutarci con l’uso di porzioni extra di alimenti, purchè queste siano di ridotto apporto calorico, come lo sono la lattuga e altri vegetali in genere.

Una cosa importante da fare per non rendere inutili tutti i nostri sacrifici, in fatto di dieta, è quello di inziare a tagliare le nostre calorie un po’ alla volta e integrare i cambiamenti con alimenti scarsamente calorici.

Questo eviterà quel classico atteggiamento, detto “del tutto o niente”. Facciamo quindi la dieta un passo alla volta. Questo ci permetterà di raggiungere i migliori risultati.

In più includiamo l’attività fisica. Anche un semplice giardinaggio, se fatto su una base regolare, può farci bruciare qualche caloria, come anche il pulire la casa o giocare con i più piccoli.

Facciamo inoltre qualche passeggiata al parco o al negozio all’angolo. Lasciamo per un po’ la macchina in garege. Sappi che tutto, anche se nel poco, può servire allo scopo e cioè quello di provare a bruciare qualche caloria in più.

Un ultima raccomandazione che ci proviene da esperti nel settore è quella che vuole che una dieta per la perdita di peso non debba necessariamente richiedere un grande sacrificio.