Come si Gioca a Maraffone

Tra le tante varianti del Tresette, che hanno spesso diffusione regionale, una dell più interessanti è sicuramente il Maraffone, che riscuote ottimo successo nella zona di Forlì, di Rimini e nell’entroterra. Basta girare i locali delle zone in questione, per imbattersi in qualche tavolino di appassionati che si sfidano in partite accanite. Vediamo come si gioca il Maraffone.

Il Maraffone va giocato con un mazzo di carte piacentine o napoletane da quaranta esemplari. Il mazziere, che viene scelto casualmente, distribuisce dieci carte, cinque alla volta ed in senso antiorario, in coppie. La successiva smazzata,viene distribuita da chi ha ricevuto il Quattro di Denari, dopo di che, le smazzate successive vengono distribuite dal giocatore a destra del precedente mazziere

Le prese, avvengono come a Tresette. La carta più alta è il Tre, poi il Due, l’Asso, le figure a partire dal Re, il Sette, il Sei, il Cinque e il Quattro. Date le carte, avviene la Dichiarazione, fatta dal giocatore di turno, che declama a voce il seme di briscola. Nella prima smazzata è di turno chi ha il Quattro di Denari. Nelle mani successive, è di turno il giocatore a destra del mazziere.

Il giocatore di turno, che ha chiamato la briscola può al contempo accusare la cosiddetta “cricca” formata da Tre, Due e Asso del seme di briscola chiamato, che valgono tre punti. Per quanto concerne il gioco, c’è l’obbligo di rispondere al seme. Chi non può, cala una qualsiasi altra carta di sua scelta. La presa è appannaggio di chi ha calato la briscola più alta. Se non vi sono briscole, essa va a chi ha calato la carta più alta del seme iniziale. E’ di mano chi ha incassato la presa precedente.

Una volta esaurita la smazzata, con tutte le dieci prese giocate ed l’esaurimento del mazzo, si procede al conteggio delle carte incassate da ogni coppia. Il punteggio è quello del Tresette. Tre figure fanno un punto, il Tre e il Due valgono un terzo di punto, l’Asso vale un punto. L’ultima mano presa, porta a chi la fa un ulteriore punto. Vince la partita la coppia che arriva a 31 punti, a meno di accordi particolari.